sicilia orientale marzamemi

Sicilia Orientale

Per uno come me, di origine sarda, orgoglioso e testardo come quasi tutti i sardi; visitare la Sicilia non è stata cosa immediata.

Non perché non ami la cultura e la cucina siciliana; piena di leccornie, storie e meraviglie, ma semplicemente ogni estate era progettata quasi esclusivamente per le mie vacanze in Sardegna.

La Sicilia è diversa: è stratificazione, contaminata; si respira tutta la sua storia di scambi e meticciamenti.

La Sardegna che ha milioni di bellezze, tradizioni e cibi di una bontà unica, ha una cultura molto differente e questo si nota e si percepisce in modo netto rispetto la Sicilia.

Ho voluto iniziare la mia conoscenza sicula dalla parte orientale dell’isola. Sono partito da Taormina fino ad arrivare ad Agrigento, passando da splendori come Catania, il Val di Noto, Siracusa e Ragusa.

Questa è una terra dove è perfetto alternare tutto: mare, architettura, artigianato, storia, divertimento e cibo…tanto, tantissimi cibo meravigliosamente squisito!

Però permettetemi di essere un po’ campanilista (chiedo perdono ai siciliani), la Sardegna ha una varietà di mare e spiagge imbattibili nel mediterraneo.

-> VIVI IL VIAGGIO INSIEME A ME <-

LUOGHI E COSE DA FARE:

AMMIRARE L’ORIZZONTE DAL BELVEDERE DI TAORMINA – UN OTTIMO “BENVENUTO” SICILIANO

Questo è un degno benvenuto che questa terra potrà offrirvi. Da qui capirete già della maestosità e della bellezza di quest’isola.

Qui si respira lo spirito italiano, fra bar con le sedute in stile mediterraneo, artisti che dipingono il paesaggio e cappelli di paglia portati dai turisti esterrefatti da cotanta beltà.

Dalla balconata si ammira un magnifico panorama che abbraccia l’Etna, la baia di Naxos e i ruderi del teatro antico di Taormina.

Piazza 9 Aprile, Taormina (ME)

IL TEATRO GRECO DI TAORMINA

Sicuramente l’attrazione più famosa di Taormina di cui non sto qui a parlavi della sua bellezza, incastonato in un panorama mozzafiato.

Talmente da togliere il fiato che vi consiglio di isolarvi un attimo per ammirare questa bellezza da soli, godetevala anche per 2 minuti solamente per voi. Lontani da amici, moglie, marito, figli.

Mettete su le cuffie, scegliete dalla playlist “Un bel dì, vedremo”  di Puccini dalla Madama Butterlfy e ascoltate da quel punto le sue parole: “Un bel di vedremo levarsi un fil di fumo sull’estremo confin del mare. E poi la nave appare. E poi la nave bianca entra nel porto, romba il suo saluto. Vedi? È venuto! Io non gli scendo incontro. Io no. Mi metto la sul ciglio del colle e aspetto, aspetto gran tempo e non mi pesa la lunga attesa.”.

Teatro antico di Taormina, Via del Teatro Greco, 1, Taormina

GUARDARE FACCIA A FACCIA UNA SPLENDIDA “TESTA DI MORO”

Vi siete mai innamorati di una testa di moro siciliana? Ah…io si! E anche più volte.

Queste teste, dette anche Graste, da secoli adornano vie, palazzi e balconi siciliani.

Una tradizione che si perde nella notte dei tempi e che le distinguono da un fascino indiscusso da rimanerne assolutamente affascinati.

Dietro c’è una storia fatta di amore, gelosia e vendetta. Parlate e fatevela raccontare dai siciliani, rimarrete a bocca aperta!

UNA PASSEGGIATA SOTTO IL SOLE COCENTE DI PORTO EMPEDOCLE

Questo paese ha dato forse vita a quelle che sono fra le più belle storie del giallo italiano grazie al suo natio ed autore Andrea Camilleri.

Fate qui una piccola passeggiata nel corso principale della cittadina e respirate il caldo secco siciliano immaginando qualche scena di uno dei suoi libri ambientati in queste splendide terre.

Poi rifocillatevi in un posto dove tutto è buono e meraviglioso in un contesto “so cute” da: Cotti al Forno (ve ne parlo nella sezione food & drinks).

Porto Empedocle, Agrigento

SEDERSI A PENZOLONI SU UN MEGA GRADONE DELLA SCALA DEI TURCHI AMMIRANDO L’ALBA CHE NASCE

Questa formazione calcarea è una meraviglia che non potete perdere in questa zona dell’Isola.

Non vi consiglio di andare tutto il giorno lì perché non ci sono spiagge particolarmente belle e facilmente accessibili.

Un ottimo compromesso è andare di prima mattina in previsione di altre attività o luoghi da esplorare.

Scala dei Turchi, Realmonte AG

LA VALLE DEI TEMPLI AL TRAMONTO

Avete presente la golden hour?

Ecco, questo è il momento ideale per far visita a qualcosa che vi lascerà un segno indelebile nel cuore. I templi sprigionano delle emozioni incredibili che dovete respirare fino in fondo.

Vi consiglio di prendere una guida e palesarvi decisamente in anticipo perché, specialmente in estate, le file alla biglietteria sono lunghe.

Per il resto aprite gli occhi e ammirate le bellezze antiche.

Valle dei Templi, Agrigento

UN APERITIVO AL TRAMONTO NELLA PIAZZA DI MARZAMEMI

È vero; è un posto super turistico, ma è un paesino di pescatori che sembra essersi fermato nel tempo. Sarete catapultati in un mondo vintage fatto di piccole casette e grandi meraviglie.

Fermatevi nella piazza principale per un ottimo aperitivo da “Liccamuciola” con prodotti siculi e poi prenotato (in anticipo) una cena da Campisi, industria artigianale di trasformazione del tonno e non solo che ha un ottimo ristorante proprio a Marzamemi.

Piazza Regina Margherita, Marzamemi

OASI FAUNISTICA DI VENDICARI

Qui c’è una vecchia tonnara che arriva proprio sul mare e vi sembrerà di sentire ancora le voci dei pescatori che gridano durante la mattanza. Entrateci, ci sono delle finestre da cui potrete scorgere solo la luce blu del mare.

Di fianco c’è una spiaggia meravigliosa, fermatevi qui qualche ora per godervi sole e mare da urlo!

Contrada Vendicari,  Noto

SPIAGGIA DI CALAMOSCHE O FUNNI MUSCA

Un’altra delle tante piscine naturali più famose della riserva di Vendicari. Una caletta di sabbia dove godersi sole, mare e relax.

Se volete fare snorkeling qui siete nel posto giusto!

Contrada Vendicari, Noto

UNA PASSEGGIATA AL TRAMONTO NEL CORSO PRINCIPALE DI NOTO

Questo luogo che da il nome al Val di Noto, fa parte di un patrimonio riconosciuto dall’UNESCO per il suo stile tardo barocco siciliano; unico in tutto il mondo.

Durante la passeggiata guardatevi intorno, ammirate chiese e palazzi che esprimono al meglio uno stile architettonico ricco di dettagli che saprà raccontarvi della gloria di questa Sicilia orgogliosa e fiera della sua storia.

Corso Vittorio Emanuele III, Noto

AMMIRARE IL PAESAGGIO DI SCICLI DAL SUO BELVEDERE

Arrivate a Scicli, un’altra meraviglia UNESCO del Val di Noto.

Salite fino in cima al suo belvedere della chiesa di San Matteo che rimane su un promontorio che vi regalerà una vista mozzafiato.

Scendete poi nelle sue stradine e andate a mangiare un dolce da Don Tabaré. Una pasticceria che non potrete dimenticare facilmente. Per la cena segnatevi Baqqala.

Via San Matteo, 9, Scicli

EMOZIONARSI ALL’ANTICO MERCATO DI ORTIGIA – SIRACUSA

Qui sentirete grida, vedrete colori, respirerete odori in una varietà di qualità e quantità meravigliosa.

Un mercato così all’aperto, in perfetto stile italiano: raramente ne ho visti di questa bellezza. Fermatevi a mangiare qualcosa così al volo, qui non si fanno convenevoli, anzi.

La bellezza del cibo che ti avvolge e ti coccola è stupenda, lasciamoci abbracciare forte!

Tutti i giorni, dalle 7.30 alle 14.00, tranne la domenica.

Piazza Cesare Battisti e zone limitrofe, Siracusa

MANGIARE UNA SCACCIA RAGUSANA AI PIEDI DELLA CATTEDRALE DI RAGUSA IBLA

In questa piazza, di una bellezza unica, ci sono una marea di localini dove comprare street food e che food!

Ma fra tutto il ben di Dio, dovete provare qualcosa di paradisiaco e super tipico: la Scaccia Ragusana.

Si presenta come una sorta di focaccia ripiena, la cui pasta viene tirata sottilmente e poi farcita e ripiegata su se stessa. Farcita in millanta modi (la classica è sugo e cipolle); se passate di qua non potete esimervi da questo dolce obbligo!

Piazza del Duomo di San Giorgio, Ragusa Ibla

UNA PASSEGGIATA PER MODICA SGRANOCCHIANDO UN CIOCCOLATO FATTO DI AUTENTICA FELICITÀ

Eh il cioccolato di Modica. Unico al mondo.

La sua particolarità sta nell’assenza di concaggio che lo rende granuloso, sentirete questa massa non omogenea fra pasta di cacao e zucchero. Non a tutti piace, ma per quanto mi riguarda: datemi un pezzetto di cioccolato di Modica al mandarino e sarò il bambino più felice sulla faccia della terra.

Girate per le strade di questa cittadina incantevole e soffermatevi in una delle tante aziende che produce cioccolato.

Si possono prenotare anche delle visite per vedere la sua produzione, un’esperienza da fare se siete amanti del buon cibo e del cioccolato ovviamente.

Modica, Ragusa

FOOD & DRINK

PASTICCERIA MINOTAURO A TAORMINA

C’è un luogo, in una piccola discesa di Taormina, quasi subito arrivati nella città, che non potrete dimenticare facilmente per il resto della vostra vita se ci farete visita.

Qui direte: “Si, il paradiso esiste ed è fatto di dolci, siciliani!”.

Di certo non c’è bisogno di presentare i dolci siciliani di cui è nota la loro fama, ma qui troverete un’ esposizione assoluta di bontà che non saprete dove appoggiare gli occhi prima e la bocca poi.

Tassativo se fate tappa a Taormina!

Via di Giovanni, 15, Taormina ME

MI CUMPARI TURIDDU A CATANIA

Un bancone del bar che ricorda una filosofia di altri tempi, che parla lentamente, con il piacere di creare e degustare bellezza senza fretta.

Qui nell’artigianalità della creazione di piatti, si incontrano prodotti autentici, schietti e fieri, fra piccole produzioni e presidi da salvaguardare.

Come nella tradizione siciliana, ma direi spesso italiana, tutto gira intorno alla cucina che è posta al centro del ristorante. Qui in primis si da precedenza al gusto!

E come dimenticarsi le casarecce con pesto di presidi siciliani slow food  (da mille e una notte!), la parmigiana di melanzane, pesce spatola e basilico ed in fine lo “S”cannolo estivo (un cannolo scomposto in rivisitazione fresca estiva…come direbbe una mia cara amica: “Da strapparsi le mutande!”)

Tappa obbligatoria a Catania!

Piazza Turi Ferro, 36/38, Catania CT

COTTI AL FORNO

A Porto Empedocle troverete questo bistrot con un bancone delle meraviglie appena sfornate, dall’antipasto al dolce respirando lo spirito siciliano in un ambiente davvero carino e accogliente.

C’è l’imbarazzo della scelta.

Prendete quello che volete (non esagerate!), poi andate alla cassa, pesate e godetevi il vostro pasto.

Perfetto per il pranzo prima di arrivare alla Scala dei Turchi.

Via Platone, 4, Porto Empedocle

C&G CIOCCOLATO E GELATO

Se siete a Catania e dovete fare colazione, tuffatevi in questa gelateria-pasticceria per degustare un dolce siciliano o la classica “brioscia ca’ granita”. Granita di mandorle, mi raccomando!

Piazza Abramo Lincoln, 21, Catania

LICCAMUCIOLA

E’ un piccolo bar nella piazza principale di Marzamemi. Vi affaccerete su quello che era il luogo di ritrovo, il salotto del villaggio di pescatori fermo nel tempo. Una piccola chiesetta, delle sedie intrecciate e il meraviglioso sole siciliano che vi scalderà l’anima.

Qui troverete dei cocktail internazionali, ma totalmente rivisitati con prodotti e tradizioni della Sicilia, a corredare il tutto un bellissimo menù da finger Sicilian food.

La mia scelta per l’aperitivo: Brukklin (campari, marsala, soda, arancia).

Piazza Regina Margherita, 2, 96018 Marzamemi

RISTORANTE CAMPISI

Qui potrete degustare i prodotti di Campisi che arrivano proprio dal mare che si staglia davanti Marzamemi. Il ristorante è all’aperto ed è meglio prenotare senza avventurarvi.

Fra busiate al pesto di pistacchio di Bronte, ricciola, filetto di tonno rosso e tante altre mille prelibatezze, avrete l’imbarazzo della scelta.

Memorabile la torta “Don Camillo” .

A Marzamemi, da non perdere.

Via Marzamemi, 12, Pachino

FRATELLI BURGIO

Una volta fatto un bel giro e una bella scorpacciata del mercato di Siracusa ad Ortigia, nell’isola cuore del centro storico di questa stupenda città; fermatevi qui a mangiare aperitivando con i prodotti dei Fratelli Burgio.

STRE-PI-TO-SI

Non aggiungo altro!

(ve lo metto anche nella sezione “shop”)

Via Emmanuele de Benedictis, Siracusa

CAFFÈ SICILIA A NOTO

Uno dei locali storici del centro della città. Quasi davanti a voi, la meravigliosa cattedrale di Noto.

Qui prendete un buon caffè forte e deciso, come il carattere dei siciliani.

Scegliete dei dolcetti di accompagnamento come: biancomangiare, raviola, cassatina, pagnottella e chi più ne ha più ne metta!

Corso Vittorio Emanuele, 125 – Noto

DON TABARÉ – UN RISTORANTE DI SOLI DOLCI

Un posto magico che vi catapulta al centro di un antica giostra fatta di colori e dolci della tradizione rivisitati con prodotti di altissima qualità.

Tabaré è il nome antico della tradizione siciliana per identificare il vassoio di dolci delle feste e delle occasioni importanti.

Qui provate anche i mini cannoli “figlio” ai vari gusti.

Per gli amanti dei dolci, un posto da segnare e sottolineare!

Via Aleardi, 16/A, Scicli

BAQQALA A SCICLI
Questo ristorantino vi ruberà un pezzettino del cuore.

Vi dico solo che all’entrata campeggia un bellissimo messaggio che recita così:

“Qui non siamo a MasterChef, ma in un rifugio. In cucina non c’è Cracco, ma una persona comune che lavora come voi quando non siete in vacanza. Ricordatevi di guardare il panorama intorno a voi.

Non chiedete il Wi-Fi, non c’è! Parlate con gli altri, i piatti sono quelli del menù e se avete fretta, questo non è il posto che fa per voi. I nostri piatti sono fatti al momento e se qualcuno dovesse mancare, pazienza! Qui il camion non passa.”

Mi sembra di avervi detto tutto, il resto è tutto da scoprire in questo ristorante che è sicuramente insolito, ma vi offrirà tutta la genuinità del territorio.

Piazza Angelo Ficili, 3 – Scicli

SHOP

CAMPISI CONSERVE

Da perderci completamente la testa. Dal tonno rosso siciliano alla bottarga, dai pomodori di pachino secchi alle uova di pesce spada. C’è il meglio.

Sarete avvolti da profumi e aromi siciliani da riportare a casa nella vostra valigia. E se non potete portarli via con voi perché avete limiti dettati dalla stiva dell’aerio? Nessun problema. Ve li spediscono loro direttamente a casa vostra.

Cosa volere più di così?

Via Marzamemi, 12, Pachino

CASEIFICIO BORDERI – ANTICO MERCATO DI ORTIGIA

Non potrete credere ai vostri occhi per la genuinità di questo luogo, con persone autentiche che non te la mandano a dire.

Qui c’è totale senso di umorismo, spensieratezza, allegria.

E così mentre si preparano mega panini che uno basta per 10 persone, una cliente chiede un pezzo di formaggio e i proprietari iniziano ad intonare una canzone per lei.

Come non innamorarsi all’istante di questo angolo di felicità?

Via Emmanuele de Benedictis, 6, 96100 Siracusa

FRATELLI BURGIO

Conserve di ogni genere, banchi di gastronomia strapieni di tutta la mediterraneità possibile e immaginabile.

Bisogna tuffarcisi in posti così, senza alcun ripensamento, perché è quello che va fatto!

Da trent’anni Fratelli Burgio recuperano, lavorano e vendono i prodotti di una Sicilia che sa come farsi ricordare anche a distanza di tempo solo aprendo un barattolo di pesto siciliano con cui condirete la pasta.

E’ incredibile il potere che ha il cibo.

Via Emmanuele de Benedictis, Siracusa

Altre storie
Tonnarelli con triglie, mazzancolle e canocchie dell’Adriatico, al limone e zafferano
Tonnarelli con triglie, mazzancolle e canocchie dell’Adriatico al limone e zafferano