crostatina senza cottura alle pesche

Tartelletta effetto UaU senza cottura e super facile

Mettete il caldo estivo, la voglia di non cucinare, ma la necessità di fare bella figura, ecco: questa ricetta fa per voi!

Una tartelletta di frolla senza cottura con nocciole, interno morbido alla pesca sciroppata, un po’ di panna e qualche foglia d’oro che fa sempre magia.

Dovete sapere che la maggior parte delle persone non ne capisce granché di cucina, quindi se si è un po’ furbi e soprattutto la si sa presentare e vendere bene; beh avete ricoperto nel miglior modo il vostro ruolo di padroni di casa.

Potrete sempre dire che si tratta di alta pâtisserie française e attenzione attenzione: può essere perfetta anche per i vegani, vi dico nei consigli il perchè.

Armatevi dunque di poca pazienza, di qualche formina per delle barchette di frolla o tarte ring e del forno…no scerzo…il forno non serve!!!

[recipe servings=”x4 mono porzioni” time=”30 min e 1 ora di riposo” difficulty=”Facile” description=””]

[recipe-ingredients]

Per la base di frolla senza cottura:

  • 120 gr di biscotti che amate di più
  • 30 gr di nocciole tostate o mandorle
  • 75 gr di olio di cocco o burro

Per il ripieno:

  • 4 pesche sciroppate

Per decorare:

  • 200 ml di panna
  • 20 gr di zucchero a velo o semolato
  • qualche foglia oro 

[/recipe-ingredients] [recipe-directions]

  1. Polverizzate in un mortaio i biscotti e la frutta secca fino ad ottenere una sabbia semi fine. Sciogliete l’olio di cocco o il burro al microonde e addizionatelo.
  2. Foderate le formine per frolla o i tarte ring con il composto su tutta la superficie. Modellate per dare la forma. Fate riposare in frigo 1 ora. 
  3. Tritate le pesche sciroppate o tagliatele a cubettini piccoli, come più gradite. Nel primo caso si scioglieranno in bocca, nel secondo caso si sentiranno in modo più marcato sotto i denti. 
  4. Montate la panna fresca e zuccheratela con zucchero a velo alla fine o se usato quello semolato aggiungetelo prima di montarla.
  5. Sformate le tartellete indurite, aggiungete all’interno la purea di pesca, coprite con la panna e decorate a piacere. Io ho usato delle foglie d’oro che trovate facilmente sull’internet!

[/recipe-directions]

[/recipe]


Consigli

Potete sostituire le foglie oro con dei pistilli di zafferano che potete usare anche insieme alle pesche. O la polvere (poca poca) sparsa un po’ sopra.

Anche del basilico disidratato al microonde e frantumato…vedrete che sorpresa.

Per la purea interna potrete proprio sbizzarrirvi con la frutta che amate di più, in questo caso le pesche si possono già comprare pronte e sarà un gioco davvero da ragazzi!

Può anche diventare vegana utilizzando della panna vegetale e l’olio di cocco con biscotti che non contengono prodotti di origine animale.

Altre storie
Crostata vegana senza glutine e lattosio allo zafferano
Crostata con crema allo zafferano e pinoli